Feed RSS

Archivi del mese: maggio 2015

Il mio viaggio verso i mari dell’anima


Questo pulsare del tuo cuore

è forza sulle vele…verso i mari dell’anima.

Si dissolve il cielo

tra le acque tormentate di sensazioni

e il mio perdono a me stesso

è l’attracco al tuo corpo

come l’isola sognata che agli occhi lusinga

il languire di una lacrima d’amore.

La mia forza è il non riconoscere l’addio

o il falso lume di una notte.

…E così che ti amo …senza dirti ti amo

poichè la parola si spegne solamente

nella bocca

mentre il mio amore è l’universo

o la tua strada tra fiori di luna

con i suoi baci ancora aperti

e per sempre vivi nelle tenebre.

Carmelo Caldone

Annunci

Lasciate all’uomo….


Lasciate all’uomo

l’istante di una sua felicità.

Egli è creatura effimera

e ha l’unica grandezza del suo sogno.

Avete mai provato a togliere il calore al petalo

quando riflette al sole la sua vita?

Lasciate all’uomo

l’istante della sua felicità

e amatelo

e perdonatelo nei suoi errori.

Carmelo Caldone

Condivido una bella poesia della poetessa Nunzia Dimarsico


UNA SERENITA’

 

La serenità riconduce una luce

nella volta del tempo lieto.

Il sorriso è riacceso nel gusto di un delirio

quando tace nell’espressione più pura.

Riluce il desiderio nella solarità di un cuore

e tinge di chiaro ogni malinconica afflizione.

La serenità rientra nell’austero segmento del sole

e tutto è irradiato da un coscienzioso senso di riflessione

sul perché farsi male… ancora…

quando c’è l’amore che tiene ogni dimora

nella celestiale imponenza di un mistero!

Nunzia Dimarsico

…Un freddo inverno che verrà


Il mio fiore ambito non ha stagioni

e non me lo toglie nessuno

nemmeno un freddo inverno che verrà.

Il giardino della mia mente

e della mia memoria non ha età.

Alla natura tutto è concesso

ed io da figlio vagante

dalla parte del cuore mi lustro

di qualcosa di mio,

come il nucleo della neve

che consegna l’istante di un  biancore

alle cose oscure della terra.

Carmelo Caldone

L’amore dolce-amaro


Di quel geranio alla dolce ombra della sera

ricordo il suo involo di colore

nella furente aria della notte.

L’amore dolce- amaro

che in  visione sognata s’aggrappa

sugli occhi del cuore

e poi cade laddove cristallina

muore o non muore la speranza.

Venite guerrieri dalla spada d’argento

a salvare la rosa della mente

e portatela lontano

laddove l’amore dolce-amaro

s’inonda sulla spiaggia…

quale delicato fianco colpito

da un grande amore che non fa male!

Carmelo Caldone

Il mio ritiro in solitudine (monastero di San Antonio Abate di Grottole)


santuario 2

cliccare sull’immagine per ingrandire

I miei appunti di strada


Io credo che la felicità

è una tristezza ravveduta.

Dal primo istante di un respiro

troviamo al bivio della vita

queste due sensazioni.

Non può essere possibile

l’abbandono di una  luce divina

e se ci  fosse tristezza

quest’ultima ci potrà chiedere solo  perdono

così pure l’odio e l’amore

in ogni suo fine….

Carmelo Caldone