Feed RSS

Archivi del mese: maggio 2016

Da “Appunti serali”


Eppur vi dico che non esiste migliore pace interiore che addormentarsi senza nessun risentimento con nessuno… ma con il vivo perdono verso il prossimo…io inizio da me a creare quello che la mia anima esige…ora tocca a voi…

 

Carmelo Caldone

Il poeta del gatto


 

 

titti

Ricordi Figliolo…il nostro gatto Titì…che dalle pianure della nostra madre adottiva fin qui venne ad accompagnarci nelle belle sinuose colline e con gli occhi lucenti di mistero scorgeva la pace del mio cuore e saliva sulla mia tastiera con le orecchie appuntite per ascoltarmi meglio nell’anima mentre vi scrivevo parole di bene e di amore.
Non è stato il gatto del poeta ….ma io sono stato il poeta di questo grande gatto …ora nella mia casa c’è un vuoto e son triste (riposa in pace piccolo esserino dal cuore umano)

 

Carmelo Caldone

Tratto da “Esortazioni”


è tempo di andarmene nei regni di me stesso…perchè scorgo il deserto dei cuori e mai nessun fiore,ricordatevi, può rinascere per l’aridità dell’indifferenza..ma devo andare dove vuole il dono a me concesso ..e cioè fra le bellezze delle anime …non posso fare altrimenti,
i fili d’oro della mia Musa sapranno condurre il mio cammino.(ultima mia poesia e poi seguirà un periodo di silenzio)

Carmelo Caldone

Da “rapidi pensieri”


 

…l’antidoto alle tristezze dell’umanità, io ce l’avrei….ed è semplicemente, disinteressatamente volersi bene…!

Carmelo Caldone

Da “meditazioni”


…i ricordi e le delusioni che fanno male vanno abbelliti con il perdono e la saggezza…solo così la mente si libera lontana con una forma di straordinaria nobiltà e bellezza…altre soluzioni non sono che precarie che non fanno di certo bene alla nostra esistenza e ci rendono miseri prigionieri nelle oscure galere dei rancori…..

Carmelo Caldone

Da “appunti di un poeta”


Il vero poeta è colui che non si sofferma sulle lusinghe e sui premi (sarebbe comunque ricco nel suo profondo)…il vero poeta è colui che percepisce il danno dell’indifferenza e ne fa virtù nel suo cammino per di più amare…quello che altri non ci provano nemmeno …ad amare.

Carmelo Caldone

da “Appunti serali”

Inserito il

 

Ci sarà un tempo, forse anche domani o chissà quando,che la faretra dei miei versi rimarrà vuota solo allora vedrò il vero volto della mia solitudine.

Carmelo Caldone