Feed RSS

Archivi del mese: marzo 2016

Le regine del tempo

Inserito il

la musa

Le Regine del tempo velate da carezze irraggiungibili

costruiscono vermiglie catene al cuore

così fragili nelle perdizioni…ma così forti

negli amori senza domani…

Carmelo Caldone

 

Annunci

Un bellissima poesia di Nunzia Dimarsico sul dolore degli innocenti

Inserito il

poesia nunzia

Tratto da : “Meditazioni”

Inserito il

Esistono giorni che è dominante il pensiero di non scrivere più versi…ma infine cos’altro potrebbe esistere per me se non avviarmi nelle mie emozioni e consegnarle di riflesso a chi mi vuole bene?…Forse domani o chissà quando subentrerà di certo la stanchezza nel rivedere primavere che tardano o inverni dei cuori che non finiscono mai…vi saluto nell’ora che le lancette delle ore s’avviano come raggi di luna nel mare della sera.

Carmelo Caldone

Tratto da: Rapidi pensieri

Inserito il

 

Nobile sarà l’uomo che è capace di traghettare sull’isola dei sogni la persona amata senza frastuono e clamore
ma con la rinuncia a se stesso e di ciò che nella vita terrena sperava…questa è la migliore formula d’amore…

Carmelo Caldone

Una perla poetica della poetessa Nunzia Dimarsico in onore alla donna

Inserito il

Gentile nella movenza appare,

e confusa in un pensiero oscuro quando trema.

E’ protesa sulla linea di un orizzonte chiaro,

ed è supina in un delirio che si confonde con la notte.

E’ luce verticale che inonda un respiro,

ed è voce curiosa

in un profumo d’amore che non si svela.

Lei è la rosa che si mostra tra quei fiori devoti al sole

ed è la rugiada sulla foglia che si spegne al calore.

E’ la vita in un aspetto più gracile

ed è il coraggio al limite di una forza che ama,

è quel gesto puro…

come rimedio ad una follia della ragione.

La donna è la visibile risacca

di un’onda che si nasconde,

ed è il moto silente dentro un’altra forma

che si schiude con i suoi sensi accesi.

La donna…

gentile nella movenza appare

e forte come un vento fisso su una vetta assolata.

 

Nunzia Dimarsico

08 marzo 2016

 

Ode alla donna

Inserito il

foto_love_301x

Da sempre inondi col tremore dei fiori

l’universo

e di bellezza  al cuore mi trai

il risonante respiro

che dal primo vagito inneggia

al caldo abbraccio

o alla virtù dell’alba

quando imprime nell’orizzonte

una rosa di raggi….

Al riflesso opaco dell’esistenza

tra i vetri d’oro m’appari

e tra le corde di un’arpa eterna

mi togli ogni senso della fine….

 

Carmelo Caldone