Feed RSS

La stazione


Forte giovinezza mia

dall’acre profumi di treni

di cui sorvolavano destini

mentre nel petto della terra

vene di binari conducevano lontano.

Albe e notti racchiusi negli abbracci

di chi spera il sogno un eterno fiorire.

Forte giovinezza mia d’allora

e balda protezione per lei

portata via con me dove sorvegliano le alpi

ancora il suo amato ricordo.

Stazione che ti rivisito col fumo in pianto

dei miei pensieri

quasi a rendere pietosa e lenta la locomotiva

col suo severo andare.

Carmelo Caldone

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: