Feed RSS

Archivi del mese: ottobre 2016

La nostra austera libera-prigione


 

Tutto si guasta

infallibile non è l’orologio della nostra felicità

come non è infallibile il momento

che vorrei tirarti via dalla mente

….ritorno sempre alle nostre grate

che non ebbero mai la rinverdita primavera

aggrapate all’austera libera-prigione

del nostro maledetto…. o benedetto amore.

Carmelo Caldone

 

 

Annunci

Un’ombra…(poesia inedita di Nunzia Dimarsico)


E fu di sera

che quell’ombra prese voce

e si portò sui sentieri della luce

per farsi accarezzare

dai ricordi della vita!

Fu di sera…

e sulla strada di un arrivo

che la solitudine

sparpagliò le sue difese

per dare forma al dolore

e farlo scivolare sui binari di una paura!

Fu di sera

che una preghiera innalzò

le sue miserie

fino al chiarore della luna

e due volti spensero le parole

per accedere al regno del silenzio

ed estirpare la radice ad un segreto

che non si svelò neanche…

…all’apice di un conforto!

E fu di sera

che un’ombra ridiede nuova linfa

alla magia dei canti…

…quando sfidarono i grigiori delle albe!

Nunzia Dimarsico

26 0ttobre 2016

Dove ci siamo perduti


Dove ci siamo perduti e perchè mai ancora sentiamo i nostri simili gridare appello all’umanità…qual’è lo scopo della nostra vita se temeraria arriva la sera ammonendo le anime che non ci hanno amato…il tutto in lungo fragore di luci e lamenti noi ancora una volta ritorneremo al sonno purificatore….nelle braccia dell’immortale Madre…

Carmelo Caldone

Non sarai mai tu ….mio simile


Ti conosco Indifferenza col tuo volto sorridente

nei biechi vicoli della menzogna.

Non sarai mai tu mio simile

che hai nelle tasche l’oro di satana

o forse di geniale virtù un tempo hai pianto.

Carmelo Caldone

…E da questo autunno


da questo autunno.jpg

..E da questo autunno che mi tendi l’arco della memoria

quando il vento in luce mi colpisce.

ma alle porte delle giustizie Divine ci rivedremo

…e  da questo autunno che ci cercheremo nel breve trasalire

di un demone ormai pentito dell’amaro suo fuoco…

Carmelo Caldone