Feed RSS

Stazione centrale


 

 

TRENO

L’acre profumi d’abbracci nell’aria ferrea

e volti trasbordati lontano

dopo una carezza brevemente sfiorita

….Se ne vanno ai confini degli orizzonti le sinfonie dei misteri

così come non è dato all’uomo di capire

il vero senso della sua esistenza.

Tutto… nella coppa delle mani e del cuore

con ombre di silenzi nel fiele del tardi

viene offerto alla demenza vagabonda dei treni

…e l’uomo  nel suo cuore di carta ancora disegna

le sue stelle perdute.

 

Carmelo Caldone

 

 

 

Annunci

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: