Feed RSS

Archivi del mese: novembre 2015

Tratto da “Appunti di strada”


E’ inutile pensare alle felicità perdute, bisogna costruirne delle altre avendo la fortuna d’incontrare persone meravigliose..Da parte mia non ho quell’avidità
di consumare sensazioni come se dovessi dar ragione allo sbatter delle ciglia della vita, il mio fine è diverso…mi basta lo specchio che riflette il sogno di chi amo e la certezza che la mia Musa non mi abbandoni mai…mi basta il sorriso dell’innocenza che compone e reclama la promessa Divina.

Carmelo Caldone

Le stazioni


Le stazioni sono sempre più avide di sogni e i treni fendono l’aria illuminata.

In qualche parte del mondo l’uomo riconta il suo ardire sugli amori impossibili
e cade con le sue ali intorpidite sul seno della notte.
Mi cade l’estasi di un pensiero mentre tu corri Creatura amata tra le onde del ventoe sciogli i tuoi capelli astrali tra le dita del bene e del male.

Carmelo Caldone

E’per amore…


E’ per amore che potrei dirti che non ti amo,
la brevità di questa parola e la sabbia del tempo che scorre
non potranno mai bastare a questa anima mia…
E’ per amore che ti lascio andare lontana dalle mie catene poetiche.
Il lume opaco della mia vita non concorda con la tua bellezza
nè ha finale compimento in questo nostro passeggero apparire.

Carmelo Caldone

Tratto da “Memorie”


Questa è l’ora dei ricordi con la bellezza della luna che lenta inonda
quello che a noi viandanti umani non è dato d’imprigionare i sogni.
M’appari rapita da quest’aria carica d’oblio e ti neghi alla felicità terrena
per ridarmi il rimando di una fiamma che non lascia ceneri di rimpianti.
Siamo soli nel porto incandescente con la tremula compagnia di una stella
che apre il suo cuore azzurro nell’era dei tempi….

Carmelo Caldone