Feed RSS

Il ritorno a casa


Eccomi di ritorno

nella mia casa natale

scagliata come scrigno

sull’infinito firmamento.

Mi ha accompagnato la sera

fino alla soglia

come se fossi ubriaco di stelle.

Ho bevuto l’ignoto delle anime

e mi sento inebriato d’amore,

qualcuna l’amo e non lo sa

altre sono nella faretra del mio cuore.

Languido è il tempo e la mia età

e mi sento ridicolo negli anni che corrono

su questa scrivania

dal  lume messaggero dei miei versi.

…Che fate amori e trame rapite

nella lusinga di questi tramonti?

Il paesaggio s’adombra

e le vostre finestre chiedono salvezza

nelle notti di luna.

Mi ha accompagnato la sera

come se fossi ubriaco di stelle,

qualcuna l’amo

e le altre sono nella faretra del mio cuore.

 

Carmelo Caldone

 

Annunci

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

Una risposta »

  1. magnifica lirica da abile cacciatore di stelle.
    Un caro saluto
    Francesco

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: