Feed RSS

Condivido con i miei cari lettori e lettrici una poesia a me dedicata di Nunzia Dimarsico


il poeta distratto con Nunzia

io e Nunzia Dimarsico

Il poeta distratto

Nell’ammanto di una distrazione

e nella fretta di esserci…

con la fierezza di un’azione…

il Poeta distratto regala agli sguardi attenti

un canto diverso…da un suo.

E lo fa…in una delle tante sere

quando le Muse…sono nella lontananza…

dai suoi caotici pensieri.

Il Poeta ricopia una lirica..che è una dedica,

e lo fa con un solfeggio errato…

senza rileggere con l’accortezza… tutte le note!

Nasce il bisogno di finire…

nel tempo breve…per conquistare una quiete solita…

quella in cui lenire sempre..

le fatiche nella solitaria musica serale

quando un’espressione è vigile nel colore oscuro di un cielo

quello che è all’albore della notte austera!

Il Poeta distratto non sciupa il tempo

sui versi degli altri canti..ha fretta di ricomporre

i suoi dilaganti pensieri

nella compostezza pura di una lirica…

In quella distrazione annota la bellezza delle parole

che avranno la magia di un capoverso o nella chiusa di un altro respiro

quando è concentrato in un tempo fermo…

sugli audaci pensieri quelli che urlano taciti…

ogni incanto in un immoto silenzio

quando è vivido…nel volteggio degli stessi sospiri.

Il Poeta distratto compone ancora…

per lasciare un’altra impronta a nutrire i mutamenti

di chi si aquieta solo e sempre…nella voracità di un verso sublime.

E così regala… al mondo sano

un’altra preziosità…con la sua anima sonora!

Nunzia Dimarsico

14 novembre 2014

Annunci

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

»

  1. Carmelo sei veramente distratto!!!! Mi hai saltato completamente un verso!!! Ti perdono sei proprio distratto e così doniamo ai tuoi ammiratori anche un pò di sorriso!!! Te la rimando integra!
    IL POETA DISTRATTO

    Nell’ammanto di una distrazione
    e nella fretta d’esserci…
    con la fierezza in un’azione…
    il Poeta distratto regala agli sguardi attenti
    un canto diverso… da un suo.

    E lo fa… in una delle tante sere
    quando le Muse… sono nella lontananza…
    dai suoi caotici pensieri.

    Il Poeta ricopia una lirica… che è una dedica,
    e lo fa con un solfeggio errato…
    senza rileggere con l’accortezza… tutte le note!

    Nasce il bisogno di finire…
    nel tempo breve… per conquistare una quiete solita…
    quella in cui lenire sempre…
    le fatiche nella solitaria musica serale
    quando un’espressione è vigile nel colore oscuro di un cielo
    quello che è all’albore della notte austera!

    Il Poeta distratto non sciupa il tempo
    sui versi degli altri canti… ha fretta di ricomporre
    i suoi dilaganti pensieri
    nella compostezza pura di una lirica…

    In quella distrazione annota la bellezza nelle parole
    che avranno la magia in un capoverso o nella chiusa di un altro respiro
    quando è concentrato in un tempo fermo…
    sugli audaci pensieri quelli che urlano taciti…
    ogni incanto in un immoto silenzio
    quando è vivido… nel volteggio degli stessi sospiri.

    Il Poeta distratto compone ancora…
    per lasciare un’altra impronta a nutrire i mutamenti
    di chi si acquieta solo e sempre… nella voracità di un verso sublime.

    E così regala… al mondo sano
    un’altra preziosità… con la sua anima sonora!

    Nunzia Dimarsico
    14 novembre 2014

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: