Feed RSS

Il volto freddo della realtà


Si dissocia il mio andare e il mio corpo

da quest’anima mia

e sembrano  prostituirsi

per sentirsi dire da ognuno:

“Sono felice!”

Mi porto la faretra universale

non visibile alla violenza della parola.

Ricordo la cautela della primavera

ai suoi primi teneri fiori

e ricordo l’immobile inverno

con la sua mano aperta di gelo,

quest’ultimo s’è insidiato

nel petto indifferente di tanti uomini

e di tante donne,

è inutile che io vi dica che son forte

come una quercia insensibile alla tempesta

è inutile mentire

ma ho tanto bisogno d’amore.

Il volto freddo della realtà mi parla

e mi ignora nello stesso tempo

non ha baci che vorrei dare

nè anfiteatri  d’amori

che vorrei per sempre completare.

 

Carmelo Caldone

 

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

»

  1. un bisogno di condividere l’emozione poetica che diviene flusso empatico tra poeta e lettori, un piacevole continuo.
    un amichevole saluto
    Francesco

    Rispondi
  2. Chi non ha bisogno d’amore? Io si.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: