Feed RSS

Le azzurre colline (tratto da” Paesaggi Lucani”)


colline azzurre

 

Quel lembo di terra

vegliato d’azzurre colline

langue di viole.

Non c’è vento stasera

da portarmi i profumi

dei bei  ricordi

ma è solo un vermiglio tramonto

che il tutto opprime.

…Dov’è quella bianca rovina

dove t’appoggiavi

come ghirlanda superba

e t’aprivi alle primavere

dei miei baci…Dov’è.

Tu incompresa

che lasciasti partire

colui che immaginavi un principe

nel tuo mondo irreale

ma in altre mete di sua vita

non visse

mentre tu eri e rimani

inconcluso fiore

nelle fredde brume serali.

Non più…non più

teneri abbracci

nè semplici baci

come timide  albe nel loro levarsi.

Ora c’è un grido inascoltato

che rompe il velato senso

dei rimorsi.

Quel lembo di terra

vegliato d’azzurre colline

s’è ferito per le notti

così cariche dei tuoi deliri

e anche senza vento le viole

si ripiegano stanche alla terra.

 

Carmelo Caldone

Annunci

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

»

  1. Molto bella, Carmelo, e’ un paesaggio che appartiene anche a me. Paesaggio dell’anima, oltre l’azzurro delle colline.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: