Feed RSS

Una lettera a me stesso

Inserito il

Fermati dove non puoi arrivare

i tuoi simili  non t’ascoltano.

Si riempie la tua strada di laghi

ma nella tua stanza chiusa

ogni tenue onda si ritira.

E … il bambino della piazza ti ha sorriso

e ne fai poemi nell’aria oscura.

L’innamorata del vicolo

ha voluto guardare i tuoi  occhi

e ti ha  raccontato del vile che non ritorna

e ti ha lasciato un rovo nel cuore.

Fermati e prova l’ebbrezza del non sapere

e barcollla euforico in una bettola

che lascia il fumo dell’oblio,

oppure dai sedazione  alla tua anima

e falla dormire,

non risvegliarla al clamore

di qualcosa che potrebbe farti male.

Ami una creatura e taci

poichè baluardi di convenzioni

t’inducono a tacere.

Fermati dove non puoi arrivare

i tuoi simili non t’ascoltano

e la creatura che ami

non ti dirà mai che ti ama…

…E il bambino della piazza ti ha sorriso

e ne fai poemi nell’aria oscura.

Carmelo Caldone

Annunci

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

»

  1. Quel bimbo che sorride dà speranza. Un abbraccio caro Carmelo. Isabella

    Rispondi
  2. Complimenti Carmelo, parole stupende!

    Rispondi
  3. Un sorriso è luce universale. Si sa che esiste anche se momentaneamente oscurata da eclissi.

    Rispondi
  4. Il sorriso è luce universale. So che esiste anche se momentaneamente oscurata dalle eclissi.

    Rispondi
  5. Molto bella anche questa… buona serata Carme 🙂

    Rispondi
  6. Lettera privata alla propria anima, intarsiata di emozioni
    Molto molto bella
    Abbraccione
    Mistral

    Rispondi
  7. margaret collina

    Bella l’idea e splendido il contenuto

    Rispondi
  8. Mai fare addormentare l’anima ad un poeta! E’ lei che ti dona queste belle sensazioni e poi le metamorfosi in versi che meritano plausi! E ricordati che l’amore è un atto di fede, e se anche quella creatura non corrisponderà… nutrirà comunque una speranza!
    B R A V O (come sempre!)

    Rispondi
  9. Può il poeta addormentarsi? No. La sua anima lo impedisce, i suoi occhi lo impediscono e le parole volano lontane, negli angoli del mondo.

    Rispondi
  10. Splendida lettera profonda ed emozionante
    Un caro Saluto e un delizioso fine settimana
    Trisch

    Rispondi
  11. scrittura allo specchio…
    Bellissima intuizione.
    Un sorriso
    Giancarlo

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: