Feed RSS

Il destino


Un nugolo di anime

imperlano la tua fronte.

Hai  il volto senza espressione

impassibile alle gride dell’umanità.

Pensoso ma senza perdono

sei   nel mezzo di due colonne

una s’erge per l’amore

e l’atra per l’odio.

Ti chini  quando dorme la notte

e vegli il respiro dei tuoi  figli

o per effimera virtù

accendi il faro di un’agognata  meta.

T’mploro nell’ora più efferata

quando dormono e vivono  i mie simili

nelle braccia credute immortali

ma poi… per un’ improvviso tuo comando

cadono storditi alla vita.

Vorrei smuovere i tuoi fini

nell’assoluta mia preghiera,

smuovere i tuoi fini

per avere la clemenza di pace.

…Ma stai fra due colonne

e non t’avvedi nè porgi il sorriso

a chi… tra le vie barcolla

e si lascia andare simile ad una  barca

nei mari del tuo eterno vento.

Carmelo Caldone

Annunci

Informazioni su carmelocaldone

Scrivimi: caldonegs@virgilio.it

»

  1. “Simile ad una barca nei mari del tuo eterno vento” …stupenda..

    Rispondi
  2. Bellissima e vera. In questa giornata per me dolorosa quanta verità trovo tra le tue parole.

    Rispondi
  3. Buongiorno Carmelo,
    siamo piccoli fuscelli in balia del fato.
    Nulla possiamo se non conviverci.
    Sfidarlo serve a ben poco
    Come sempre la Tua Poesia è altamente viva e amena.
    Ti abbraccio
    Gina

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: